Teheran avverte i manifestanti dell’opposizione

I leader religiosi iraniani hanno emesso un altro avviso ai sostenitori dell’opposizione del paese per fermare la loro proteste anti-governative.

Ayatollah Ahmad Jannati, il presidente del Consiglio dei Guardiani, ha accusato i manifestanti di corruzione, una violazione punibile con la pena di morte.

Ma Hossein Mousavi, leader del principale movimento di opposizione iraniano, ha detto che è disposto a morire per la sua causa e ha chiesto di porre fine alla repressione del governo contro le proteste dell’opposizione.


Lascia un commento